NEWS

I Pink Floyd ricordano la terza volta che eseguirono dal vivo ‘Echoes’

Il 15 maggio 1971 la leggendaria band britannica andava in scena al Crystal Palace Bowl di Londra e propose dal vivo, tra le altre, la canzone ‘The return of the son of nothing’, più tardi conosciuta con il titolo ‘Echoes’

Attraverso un post pubblicato su Instagram, la leggendaria band britannica ha ricordato il concerto tenuto dai Pink Floyd il 15 maggio 1971 sul palco del Crystal Palace Bowl di Londra, parte del tour a supporto dell’album “Atom heart mother” del 1970. Il gruppo si esibì davanti a 15 mila persone, come ricordato dalla stessa band nel messaggio condiviso sui social, e propose dal vivo otto canzoni tra cui “The return of the son of nothing”. Quest’ultima canzone, eseguita solo altre due volte prima dello show al Crystal Palace Bowl, fu scritta da David Gilmour, Richard Wright, Roger Waters e Nick Mason e inclusa nell’album “Meddle”, pubblicato il 31 ottobre 1971, con il titolo “Echoes”.

“Questo concerto del 1971, andato in scena davanti a circa 15.000 persone, includeva la terza esecuzione dal vivo di ‘The return of the son of nothing’ (più tardi conosciuta come ‘Echoes’)”, si legge sul post pubblicato sui social dai Pink Floyd. “Lo spettacolo è stato accompagnato da una forte pioggia, iniziata non appena è cominciata la suite ‘Atom heart mother’.”

In rete è possibile ascoltare le registrazioni audio dello show andato in scena il 15 maggio 1971:

Ecco la scaletta:

Atom Heart Mother
Careful With That Axe, Eugene
Fat Old Sun
Echoes (The return of the son of nothing)
Set the Controls for the Heart of the Sun
Embryo
A Saucerful of Secrets
Astronomy Domine

 

Articoli Correlati

Back to top button