NEWS

AC/DC, confermato il ritorno di Johnson, Rudd e Williams

“Are You ready”?  Una mail inviata ai fan sembra l’ultima conferma del ritorno in attività degli AC/DC, le leggende australiane dell’hard rock.

https://i2.wp.com/a6p8a2b3.stackpathcdn.com/bifPdEGmZcK7yJ8NKm2bE-J7wFw=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/acdcpwrup.jpg?w=708&ssl=1

In primis, la sigla utilizzata per l’operazione, “pwrup”, contrazione di “Power Up”, in italiano “accendere”: un pulsante con la scritta “Power up” è presente, nell’home page del nuovo sito, di fianco all’insegna al neon – accesa, appunto – raffigurante il fulmine in mezzo allo schermo.

Sotto al pulsante ne figurano altri tre, al momento coperti da una sorta di nastro: nulla di più facile che la serie di opzioni rappresenti il menù del sito che verrà svelato a breve, dove – accando a “Power Up”, che potrebbe essere il titolo del nuovo album, e “Store” – dovrebbero comparire altre sezioni, una delle quali – auspicabilmente – sia “Tour”.

Il secondo dettaglio da osservare è quello che compare in alto, a destra, sotto il logo del gruppo. Di fianco a una serie di cinque spazi al momento nascosti da tre nastri figurano altrettanti ruoli ricoperti dagli elementi del gruppo.

Sull’identità del primo, la chitarra solista, non dovrebbero esserci dubbi: fino all’ultima comunicazione ufficile era Angus Young il titolare della sigla.

In seconda posizione c’è la voce solista, ruolo che dovrebbe tornare appannaggio di Brian Johnson, uscito per ragioni di salute nel bel mezzo del tour di “Rock or Bust” e rimpiazzato pro tempore – senza troppi complimenti da parte degli ex compagni di band, e con qualche mugugno da parte dei fan di vecchia data – dal leader dei Guns N’ Roses Axl Rose.

Il fatto che la terza citazione sia riservata al bassista faceva pensare a un ritorno nei ranghi di Williams, che – in quanto ad anzianità – è il secondo, dopo Angus Young, a poter vantare la più lunga militanza in formazione.

Gli ultimi due ruoli sono dedicati – nell’ordine – a batteria e chitarra ritmica. Il ruolo alle pelli, affidato a Chris Slade (già in forze al gruppo tra l”89 e il ’94) a partire dal 2015 in seguito ai problemi giudiziari nei quali rimase coinvolto Phil Rudd, dovrebbe tornare a essere assegnato al titolare, ritratto in tempi recenti – insieme a Johnson – ai Warehouse Studios di Vancouver: del resto Rudd, a prescindere dalle recenti vicissitudini, si è occupato della ritmica del gruppo a partire dal 1975, quando il suo partner ritmico era ancora Mark Evans.

Alla seconda chitarra, ovviamente, è insostituibile la mancanza di Malcolm Young, fratello di Angus e mente musicale del gruppo scomparso nel 2017: a fare le sue veci, dal 2014 – e con una brevissima parentesi nell”88, ma solo per un tour – è stato chiamato suo nipote Stevie Young, al quale – in quanto ultimo arrivato – spetterebbe la menzione meno esposta.

Tutto questo viene confermato dalla newsletter e dal post, dove la presenza di Phil Rudd, Stevie Young e Cliff Williams è esplicitamente citata, senza pecette.

Immagine

A fare da sponda fisica alle operazioni di avvicinamento Web al ritorno degli AC/DC è stata varata una campagna di affissioni recante, ovviamente, la dicitura “PWRUP”: uno dei manifesti è comparso davanti alla Ashfield Boys High School, a suo tempo frequentata da un giovanissimo Angus Young.

Secondo quanto riferito nel settembre del 2018 da una fonte anonima vicina alla famiglia Young alla testata di Dallas Jam Magazine nel nuovo disco degli AC/DC – diciassettesimo capitolo in studio della carriera della band e ideale successore di “Rock or Bust” del 2014 – dovrebbero trovare spazio brani scritti da Malcolm e Angus Young ma mai lavorati in vista di una eventuale pubblicazione: “Avevano scritto centinaia di canzoni, insieme”, spiegò la gola profonda, “Angus ha deciso di scegliere le migliori tra quelle scritte con Malcolm e di tornare in studio a registrarle con Phil Rudd, Cliff Williams e Brian Johnson”.

Articoli Correlati

Back to top button