CITY NEWS

Cristiana Pedersoli, figlia di Bud Spencer “parlo ancora con papà”/ Terence Hill uno zio

Cristiana Pedersoli, la figlia di Bud Spencer, racconta il rapporto con il padre: “è venuto a dirmi che stava bene”. E su Terence Hill…

Cristiana Pedersoli, la figlia di Bud Spencer, in una lunga intervista al Corriere della sera rilasciata a pochi giorni dall’uscita del libro “Un gigante per papà” che sarà nelle librerie dal 17 giugno, racconta chi era suo padre e lo splendido rapporto che aveva con lui. Sono passati quattro anni da quel 27 giugno 2016, ma Cristiana non solo sente ancora il suo profumo, ma continua a comunicare con lui. “La cosa più significativa è successa un paio di mesi dopo che non c’era più” – confessa – “un fan continuava a scrivermi dicendomi che papà voleva che cercassi tra i cassetti di una credenza con una ribaltina. La descrizione era molto precisa ma io non avevo un mobile del genere e non ricordavo che ci fosse a casa dei miei genitori”. Invece, guardando nella camera da letto della madre, Cristian è riuscita a trovare il mobile di cui parlava il fan. “Ho trovato l’armadio, nei cassetti c’era un astuccio con una foto di mio padre abbracciato a sua madre, nonna Rina. Voleva dirmi che erano insieme e stava bene“, racconta.

CRISTIANA PEDERSOLI: “MAI GELOSA DI MIO PADRE BUD SPENCER. A 10 ANNI INNAMORATA DI TERENCE HILL”

Nonostante siano passati quattro anni da quando Bud Spencer non c’è più, la figlia Cristiana sente ancora il suo inconfondibile profumo. Consapevole di aver avuto un papà taglia XXL sia per il fisico che per il successo che ha avuto, Cristiana Pedersoli racconta di essersi resa conto della popolarità del padre quando ha cominciato a frequentare la scuola, ma di non essere mai stata gelosa. Quando si parla di Bud Spencer non si piò non parlare anche di Terence Hill che per Cristiana «È come uno zio. Quando avevo dieci anni ero innamorata di lui, era di una bellezza incredibile, con modi sempre gentili e affabili. Lui e papà erano agli antipodi, ma erano due gentiluomini e il fatto di essere entrambi credenti li univa. Ogni tanto viene a cena a casa di mamma, ci lega un affetto profondo».

Tags

Articoli Correlati

Back to top button
Close