Home » NEWS » Il Volo, al via il tour italiano. Poi un’udienza col Papa, un film-concerto e un album pop con (forse) una canzone di Ermal Meta

Il Volo, al via il tour italiano. Poi un’udienza col Papa, un film-concerto e un album pop con (forse) una canzone di Ermal Meta

Un tour italiano per portare ai più giovani il repertorio dei Tre Tenori. E poi un’udienza dal Papa, un film-concerto al cinema e un nuovo album nel 2018 che strizzerà l’occhio al mercato spagnolo. Reduci dalla prima parte di un tour mondiale che continuerà in settembre, Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble hanno presentato oggi alla stampa la tournée europea del Volo, trenta date con partenza venerdì 5 maggio al Pala Alpitour di Torino e poi concerti al Forum di Assago (il 9), al Palalottomativa di Roma (12 e 13), all’Arena di Verona (19 e 20 maggio), al Teatro Antico di Taormina (1, 3 e 4 giugno). Ma anche alla Royal Albert Hall di Londra, a Mosca, Kiev, Madrid, Vienna.

Il repertorio è quello di “Notte magica”: arie d’opera, classici italiani, napoletani e americani, in più “Ave Maria mater misericordiae” e “Grande amore” in versione sinfonica. “Non ci paragoniamo ai grandi tenori della musica lirica”, mette le mani avanti Ginoble. “Ma guardate i teatri d’opera, sono frequentati solo da anziani. Noi non potremmo mai cantare alla Scala, anche se Piero sta studiano lirica, ma abbiamo la possibilità di fare arrivare questa musica ai più giovani. Stiamo usando la fama per portare ‘Nessun dorma’ a chi ha ascoltato ‘Grande amore’”.

Il manager del trio Michele Torpedine ci tiene a sottolineare la distanza che passa fra questo e altri progetti di artisti italiani all’estero. “C’è la stessa differenza che passa fra Las Vegas, dove i casinò sono frequentati da famiglie americane, e Atlantic City, dove ti vengono a vedere gli italiani che vivono e lavorano all’estero. È un’esperienza simile a quella di Bocelli, solo che Il Volo è arrivato in certe sale da concerto molto più velocemente”. Sentono ostilità da parte delle istituzioni musicali italiane? Risponde Boschetto: “Arrivano questi tre ragazzini che non hanno studiato e fanno un progetto d’opera, è normale che vi siano resistenze. Ma forse non sanno cosa c’è dietro: tanto lavoro”. Aggiunge Ginoble: “E poi di certo non vengono a sentirci i melomani”.

Dopodomani, spiega Barone, il trio sarà in udienza privata dal Papa. “Gli consegneremo un disco fatto apposta per lui contenente ‘Ave Maria mater misericordiae’, e gli presenteremo il progetto che portiamo avanti con la Caritas per regalare una serata di musica in Via della Conciliazione entro la fine dell’anno”. I tre sono credenti? “Credenti o meno”, risponde Boschetto, “Papa Francesco ha un grande carisma”. In giugno, il film-concerto con Placido Domingo “Notte magica” con immagini dal backstage della tappa di Los Angeles e la nascita dello spettacolo a Firenze, sarà nei cinema di tutto il mondo. In Italia sarà proiettato solo il 15 giugno nei circuito The Space Cinema e UCI Cinemas (l’elenco delle sale è su ilvoloincinema.com).

In estate il trio comincerà a lavorare sul nuovo disco in studio. Sarà un disco pop prodotto da Emilio Estefan, già membro con la moglie Gloria dei Miami Sound Machine. “Siamo nati portando all’estero la melodia italiana”, dice Boschetto. “Ora la mischieremo con il pop, ma l’impronta sarà quella del Volo”. L’unico modo per arrivare in America è attraverso il bel canto, dice Ginoble. “E il mercato latino è importantissimo. In passato abbiamo fatto progetti importanti, ma ‘pesanti’, per lo meno per tre ragazzi di vent’anni. È arrivato momento di un disco di inediti dal sapore latino, probabilmente sia in spagnolo che in italiano. E ci saranno testi curati. Siamo consapevoli che quello di ‘Grande amore’ non vi è piaciuto, ma il festival di Sanremo è per il popolo, ora daremo tanta importanza anche alle parole”. C’è già un nome fra gli autori: Ermal Meta. “Ci ha mandato dei brani”, confermano e altro non dicono.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: