Addio a Fred Bongusto

Scritto da il Novembre 8, 2019

E’ scomparso nella notte Fred Bongusto, uno dei più noti cantanti italiani tra gli anni Sessanta e Settanta grazie a brani come “Una rotonda sul mare”, “Balliamo” e “La mia estate con te”: l’artista nato a Campobasso – all’anagrafe Alfredo Antonio Carlo Buongusto – era malato da tempo.

A comunicarlo è stata una nota diffusa oggi, venerdì 8 novembre, dall’ufficio stampa del cantante e rilanciata dall’agenzia ANSA:

“La notte scorsa, alle 3,30 circa, ha cessato di battere il cuore di Fred Bongusto”

Come riferito dall’edizione online di Repubblica, le esequie avranno luogo a Roma lunedì 11 novembre, a partire dalle 15, presso la Basilica di Santa Maria in Montesanto (Chiesa degli artisti), in piazza del Popolo. 

Nato a Campobasso nel ’35, Bongusto debuttò da professionista nel ’61 con la band dei 4 Loris, ma raggiunse il successo per la prima volta un anno più tardi – come solista – grazie al brano scritto da Ghigo Agosti “Bella bellissima”, pubblicato come singolo con – come lato B – l’altrettanto celebre “Doce doce”. La hit che lo fece conoscere al grande pubblico, “Una rotonda sul mare” (scritta da Aldo Valleroni, Pietro Faleni e Franco Migliacci) venne pubblicata nel ’64, consacrandolo come uno dei crooner di spicco sulla scena tricolore.

Contestualmente alla carriera canora, che negli anni Sessanta lo vide protagonista grazie a brani come “Malaga”, “Amore fermati”, “Frida”, “Tre settimane da raccontare”, “La mia estate con te” e “Prima c’eri tu”, Bongusto si cimentò anche come attore sui set della commedia “Obiettivo ragazze” di Mario Mattoli e del musicarello “Questi pazzi, pazzi italiani” di Tullio Piacentini: sempre per il cinema, l’artista arrangiò diverse colonne sonore per pellicole come – tra le altre – “Il tigre” di Dino Risi, “Malizia” e “Peccato veniale” di Salvatore Samperi e “La cicala” di Alberto Lattuada.


Traccia corrente

Titolo

Artista

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: